Creazione liste

Come è noto, le elezioni dei componenti del Consiglio di Istituto si svolgono secondo le procedure previste dall’ordinanza ministeriale n. 215 del 15 luglio 1991, modificata ed integrata dalle successive OO.MM. n. 267 del 4 agosto 1995, n. 293 del 24 giugno 1996 e n. 277 del 17 giugno 1998

Operativamente occcorre organizzare con un certo anticipo, rispetto alla data delle elezioni, un’assemblea aperta a tutti i genitori e possibilmente con la presenza del Dirigente Scolastico. Lo scopo dell’incontro è quello di far sapere a tutti che ci saranno le elezioni e che si stanno costituendo una o più  liste. In questo modo si da la possibilità a chiunque di candidarsi. E’ una occasione unica per potere fare un po’ di informazione e il fatto che sara’ quasi sicuramente la prima assemblea dell’anno scolastico, dovrebbe assicurare anche una discreta partecipazione di genitori. Compito del Dirigente Scolastico durante tale incontro sarà quello di spiegare alla platea le funzioni del Consiglio.

L’assemblea è anche l’occasione per trovare due genitori che facciano parte della Commissione Elettorale ed eventuali scrutatori per i seggi, tenendo presente che, mentre per i genitori che si offrissero come scrutatori non e’ prevista alcuna forma di permesso/recupero (come nel caso di elezioni amministrative o politiche), al contrario docenti e personale ATA possono, da contratto, recuperare la presenza al seggio con un permesso da usufruire entro la settimana successiva.

A conclusione dell’incontro si raccoglieranno i nominativi di quanti si volessero candidare, demandando ai vari coordinatori delle liste, successivi incontri per stendere e discutere il programma di massima e decidere il MOTTO che caratterizzerà ogni lista.

Compiti dei coordinatori delle varie liste saranno:

  • richiedete in segreteria il modulo per presentare la lista (ideale sarebbe averlo già disponibile durante l’incontro per compilarlo).
  • trovare i presentatori necessari:
  • almeno due elettori della stessa componente, quando gli elettori sono al massimo 10;
  • almeno 1/10 degli elettori della stessa componente, quando il rispettivo corpo elettorale è costituito da meno di 100 elettori (es: 82 elettori -> 9 presentatori);
  • almeno venti elettori della stessa componente, quando il rispettivo corpo elettorale è costituito da piu’ di 100 elettori.

Le liste devono essere presentate alla segreteria della scuola tra le ore 9 del 20° giorno e le ore 12 del 15° giorno prima delle elezioni e TUTTE le firme devono essere autenticate, sia quelle dei presentatori sia quelle dei candidati. Per questa importante formalita’ occorre consultarsi con il Dirigente Scolastico, perche’ vi possono essere differenze organizzative tra i vari Istituti.
Ogni lista verra’ contrassegnata con un numero romano, in ordine di presentazione.

Completati gli adempimenti burocratici si consiglia di organizzate un secondo incontro per presentare liste e candidati, avendo ben presente le seguenti indicazioni.

  • L’illustrazione dei programmi può essere effettuata soltanto dai presentatori di lista, dai candidati, dalle organizzazioni sindacali e dalle associazioni dei genitori e professionali riconosciute dal Miur per le rispettive categorie da rappresentare.
  • Le riunioni per la presentazione dei candidati e dei programmi possono essere tenute dal 18° al 2° giorno antecedente a quello fissato per le votazioni e per lo stesso periodo sono messi a disposizione gli appositi spazi per l’affissione degli scritti riguardanti l’illustrazione dei programmi.
  • Nello stesso periodo è consentita la distribuzione, nei locali della scuola, di scritti relativi ai programmi.
  • Le richieste per le riunioni vanno presentate dagli interessati al Dirigente Scolastico entro il 10° giorno antecedente a quello fissato per le votazioni.
  • Per le elezioni dei rappresentanti nel Consiglio di Istituto, si ha diritto a poter tenere le riunioni negli edifici scolastici, purche’ al di fuori dell’orario di apertura della scuola. Dette riunioni sono riservate agli elettori delle varie categorie da rappresentare negli organi collegiali stessi.

Si ricorda il diritto ad affiggere nell’aula dove si svolgono le elezioni e nell’atrio, un cartello che riporti il numero, il motto e l’elenco dei candidati della lista e che  TUTTI gli elettori vengano informati riguardo la modalita’ di voto: si puo’ votare la sola lista oppure scegliere fino a due candidati, purche’ della stessa lista. Le schede dove venissero espresse preferenze a candidati appartenenti a liste diverse sono NULLE.

Alla chiusura delle elezioni ciascun seggio provvede allo scrutinio. Lo scrutinio finale, in cui vengono sommate tutte le preferenze, deve essere effettuato nel seggio elettorale n°1 con la presenza di altri due membri scelti dal Dirigente Scolastico.

Viene effettuato un primo conteggio PER LISTA, dove si calcolano i voti di lista.
Le schede cosi’ suddivise vengono poi riesaminate per conteggiare i voti di preferenza per ciascun candidato. Vi possono essere schede dove e’ stata votata la sola lista, senza indicare i candidati: per queste schede vale solo il primo conteggio.