Consiglio di classe

Consiglio di interclasse, di intersezione e di classe
(art. 5 D.L.vo 297/94; art. 5 C.M. 105/75; art. 6 O.M. 215/91)
Ha una Componente ordinaria (i docenti della sezione, dei gruppi di classi o della classe e di sostegno) ed una Componente elettiva (1 genitore nel Consiglio di intersezione della scuola dell’infanzia e nel Consiglio di interclasse della scuola primaria, 4 genitori nel Consiglio di classe della scuola secondaria di primo grado, 2 genitori + 2 studenti nel Consiglio di Classe della scuola secondaria di secondo grado).
Possono essere chiamati a partecipare:

  • Il rappresentante dei genitori degli alunni figli di lavoratori stranieri residenti in Italia che abbiano la cittadinanza di uno dei Paesi membri della comunità europea;
  • I docenti tecnico pratici e gli assistenti addetti alle esercitazioni di laboratorio

Consiglio di interclasse, di intersezione e di classe:

  • Si rinnova ogni anno
  • È convocato dal Dirigente Scolastico di propria iniziativa o su richiesta scritta e motivata della maggioranza dei suoi membri, escluso dal computo il presidente
  • Si riunisce di regola almeno una volta al mese in ore non coincidenti con l’orario delle lezioni
  • Lo presiede il Dirigente Scolastico ovvero un docente delegato membro del consiglio
  • Le funzioni di Segretario sono attribuite dal Dirigente Scolastico ad uno dei docenti membri del consiglio
  • La valutazione periodica e finale degli alunni spettano al consiglio con la sola presenza dei docenti
  • Ha compiti in materia di programmazione e sperimentazione ed ha la funzione di agevolare ed estendere i rapporti tra docenti, genitori ed alunni e di formulare proposte in merito all’adozione dei libri di testo

Secondo l’art. 50 dell’OM 215/91 i rappresentanti dei genitori e degli studenti nelle scuole secondarie di secondo grado purché non abbiano perso i requisiti di eleggibilità continuano a far parte, fino all’insediamento dei nuovi eletti, dei consigli di intersezione, di interclasse o del consiglio della classe successiva e debbono essere convocati alle riunioni dei consigli stessi.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda a questo collegamento