Mano Educativa

A seguire potrete leggere di questo nuovo percorso “ Una Mano Educativa” che il Tavolo Genitori ha voluto mettere in atto all’interno di alcune scuole aderenti all’Asva; si è trattato di una prima e buona esperienza di lavoro e di condivisone.

Come sappiamo e spesso ripetiamo, la famiglia è il primo ed insostituibile soggetto educativo per eccellenza:  è il luogo della relazione e della comunicazione educativa sebbene nell’Italia degli ultimi cinquanta anni è proprio la famiglia ad essere radicalmente cambiata (così come enunciato da numerose analisi e statistiche).
E’ in famiglia che nascono le prime relazioni affettive e prendono forma il senso di autostima e la consapevolezza del propri limiti che sono il punto di partenza per riuscire ad affrontare le successive fasi dell’esistenza e diventare adulti.

È fondamentale per i genitori essere attenti nel curare la crescita dei propri figli affinché questi siano in grado di ricercare il bello, il bene, il vero, siano aperti e fiduciosi nella vita, sappiano riconoscere ed individuare le proprie capacità, attitudini e talenti, siano capaci di accettarsi anche nei propri limiti (delineando una propria ed unica personalità), siano disposti a mettersi in gioco, adattandosi ad un mondo in continuo cambiamento, accolgano l’interdipendenza degli altri rispettandone le diversità e differenze, culturali, religiose, etniche, linguistiche, siano attivamente partecipativi e coinvolti nella vita comunitaria e civile.

La famiglia si dovrebbe quindi “prende cura” dei propri figli senza la pretesa di ridurli entro uno schema omologante e senza voler inseguire immagini impossibili di “modelli perfetti” e artificiosi tipici della nostra società. Una famiglia educante si compone di genitori consapevoli dove “il prendersi cura” dei propri figli significa prima di tutto riconoscersi e riconoscerli come individui unici ed irripetibili il cui scopo principale della cura è il divenire uomini e donne autonomi e liberi.

Gli incontri calanderizzati nelle scuole con il supporto anche di educatori transnazionali hanno toccato argomenti quali:

  • l’importanza del riconoscersi nel ruolo genitoriale per “conoscere i propri figli” ed essere protagonisti della loro crescita;
  • l’importanza e il valore del rispetto nel riconoscere i diversi ruoli;
  • l’importanza del confronto e della collaborazione;
  • l’importanza delle relazioni principalmente tra genitori;
  • l’importanza e il valore della partecipazione;
  • l’importanza di operare delle scelte riconoscendone le difficoltà;
  • l’importanza di mettersi costantemente in gioco in modi sempre diversi affiancando la crescita e le scelte dei figli;
  • L’importanza di sostenersi tra genitori;
  • L’importanza della formazione anche per i genitori.

Una Mano Educativa ha inteso anche aiutare i genitori ad instaurare relazioni positive e propositive con gli altri soggetti che attorno alle famiglie svolgono un compito di aiuto educativo, senza però potersi mai sostituire a loro.
Genitori non si nasce, si diventa e si rimane genitori per tutta la vita ed ….  oltre.

Annunci

Scrivi qui il tuo commento da approvare:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.