Cosa facciamo

chi siamoInnanzitutto siamo il Tavolo Genitori dell’Associazione Scuole Varese  ma siamo anche ( ce lo ricorda la Costituzione) i principali responsabili dell’educazione dei nostri figli; dobbiamo quindi poter interagire e collaborare con la Scuola, responsabile della loro istruzione, per poter giungere ad un’alleanza che dia continuità al nostro compito di educatori.

Il ruolo dei genitori nella vita scolastica, sia negli istituti statali che paritari, è risultato nel tempo sempre più pregnante, trasformandosi da mera partecipazione agli organi collegiali ad autentica cooperazione alla progettualità e ai processi formativi. Con il passaggio da una corresponsabilità educativa sancita ad una esercitata all’interno della scuola, sono realmente privilegiate occasioni di incontro e di lavoro in cui i genitori possano esprimersi e dare il loro contributo, a vari livelli, confrontarsi con i docenti e con il territorio sulle problematiche giovanili, proporre esperienze extracurricolari, ove consentito, far parte di gruppi di lavoro.
Accettare il ruolo che la Scuola di oggi ci sta riservando vuol dire essere presenti, partecipare, e saperlo fare nel modo corretto;  vuol dire essere coscienti che partecipare come rappresentanti dei genitori costituisce un diritto inalienabile in una società democratica, ma anche che il rinunciare a questo diritto, NON porta di conseguenza ad una diminuzione dei propri doveri! Riteniamo necessario che chi è stato eletto, oppure abbia intenzione di candidarsi, debba avere ben chiaro quali siano i suoi compiti, doveri, diritti e i limiti oltre i quali non andare: in poche parole come servire al meglio la piccola comunità che lo ha scelto come rappresentante. Grazie alle esperienze di alcuni di noi, mettiamo a disposizione, su base volontaria, le nostre conoscenze personali e professionali a supporto degli altri genitori; queste pagine web vogliono quindi rappresentare una documentazione sempre in aggiornamento che possa permettere, a chiunque ne senta la necessità, di comprendere al meglio il proprio ruolo all’interno della scuola.

Cosa Consigliamo

Ai genitori che vogliono portare il loro contributo nella scuola da sembre consigliamo:

  •  Essere armati di Gratitudine  per saper cogliere quanto di buono altri prima di noi hanno fatto per la scuola e la comunità.
  • Saper distinguere, evidenziare ed apprezzare quanto di buono è già stato fatto e si sta facendo.
  • Osservare quando di migliorabile c’è o si può ancora fare.
  • Darsi obiettivi ragionevoli di cosa si vuole cambiare ed in quanto tempo. Ogni scuola ha la sua storia e le sue abitudine buone e cattive.
  • Privilegiare il rispetto degli altri poiché il cambiamento avviene “solo” nella collaborazione e nella cooperazione.

I genitori e la scuola sono nel ruolo reciproco di “servizio l’uno verso gli altri” per il raggiungimento dell’obiettivo comune,  il bene dei propri figli e della comunità. Per questa ragione:

  • E’ da privilegiare la visione “Win-Win”
  • I questo contesto non esiste che uno vince e l’altro perde.
  • O si vince insieme o si è tutti perdenti.
  • Non è vincitore chi riesce a “far passare le proprie opinioni” bensi chi aggrega più persone possibili ( meglio tutti) verso una stessa meta.

I cambiamenti culturali sono processi complessi che richiedono tempo. Le rivoluzioni sono più veloci però lasciano molti danni da dover poi risanare. Serve pazienza e impegno proprio perché i soggetti coinvolti non sono tutti “dotati” di queste virtù, altri non vogliono neppure adottarle e altri ancora stanno facendo sforzi per farle diventare patrimonio spendibile nell’intero contesto.

I decreti, le leggi e le conquiste ottenute in altre scuole sono ottime medicine per il cambiamento, ma è buono non usarle come grimaldelli o asce da battaglia. Come nel gioco dell’Oca:  se si sbaglia si torna indietro di qualche passo o addirittura si torna  al punto di partenza.

Per ogni necessità scrivete al seguente indirizzo:

tavologenitoriasva@gmail.com