Giornata Europea dei Genitori e della Scuola 2018: i relatori

Sabato 17 marzo  Ore 8,30 – 12,45  presso Aula Magna, Università dell’Insubria – via Ravasi (Varese)


La tecnologia ha portato nella nostra vita notevoli cambiamenti e lo ha fatto molto rapidamente soprattutto da quando ci sono  computer, cellulari, tablet. Strumenti che sono entrati nella nostra vita quotidiana modificandone gli stili di vita. In meglio o in peggio? Probabilmente dipende dall’uso che ne facciamo però forse c’è anche dell’altro che non conosciamo. Il digitale ci porta ad affrontare sempre nuove sfide anche in ambito educativo con i nostri figli e allievi così che l’educazione non è sempre un progetto definito e condiviso. Conoscere per capire e condividere sono  le azioni che andremo a compiere insieme durante questo evento e lo faremo con l’aiuto di questi esperti:

  • Prof.  Pier Cesare Rivoltella, professore ordinario nel settore scientifico-disciplinare M-PED 03, Didattica e Pedagogia Speciale.  Insegna Didattica generale e Tecnologie dell’istruzione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano dove dirige anche il Corso di Perfezionamento in Media Education e il Master internazionale di primo livello in Comunicazione e formazione. Presidente nazionale della SIREM (Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale) è membro del board di numerose riviste specializzate, in Italia e all’estero, ed ha curato diverse pubblicazioni sul tema dell’educazione dei ragazzi ai media. E’ coordinatore del CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media all’Informazione e alla Tecnologia) costituitosi nel novembre 2006 come risultato della crescita progressiva di un gruppo di lavoro e di un programma di ricerca che è andato consolidandosi nel tempo a partire dal 1998 (anno della prima edizione del Corso di Perfezionamento in Media Education).
  • Dott. Giorgio Rossi, Dirigente dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, A.O.U. Ospedale di  Circolo Fondazione Macchi – Ospedale Filippo del Ponte. L’Ospedale, a direzione universitaria,  si configura come una Unità Operativa, di alta specialità in grado di curare pazienti con patologie neurologiche e psichiatriche, attraverso indagini diagnostiche e terapie per casi complessi e si pone come obiettivi generali la prevenzione precoce, la diagnosi, la cura e la riabilitazione dei disturbi neurologici, psichiatrici e neuropsicologici dell’età evolutiva (0-18 anni). Prima di assumere la dirigenza della struttura di Neuropsichiatria Varesina, il Dott. Rossi è stato dal giugno 1989 al febbraio 2013 Dirigente Medico I° Livello presso la Fondazione C Mondino a Pavia (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico). Ha partecipato a diversi convegni e pubblicato numerosi articoli sulle criticità e difficoltà in ambito psichiatrico degli adolescenti.
  • Dott.ssa Rita Contarino, attualmente dirigente scolastico presso l’IC  di Cassano Magnago II è stata per diversi anni dirigente del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) provinciale  e responsabile dell’ufficio Inclusione– Integrazione dell’Ufficio Scolastico di Varese. Laureata in Psicologia ha partecipato a diversi eventi formativi e collaborato alla pubblicazione di testi sulle fragilità e criticità dei ragazzi nel percorso scolastico.

Per partecipare al convegno gratuito e con grediti formativi iscriversi qui: COLLEGAMENTO

Annunci