Presidente Consiglio di Istituto

Il presidente del Consiglio di Circolo o di Istituto è chiamato a svolgere una importante funzione di impulso e coordinamento, ma per esercitare efficacemente il proprio compito occorre conoscere le opportunità e prerogative riconosciute dalla legge.
Le norme che un Presidente deve conoscere sono:

  • D.Lvo 69/2009
  • Il D.L.vo 297/94
  • Il Decreto Interministeriale 28 maggio 1975
  • La C.M. 105/75 (regolamento tipo)
  • L’Art. 21 L 59/97
  • Il D.P.R. 275/99 (regolamento dell’autonomia)
  • Il Decreto Interministeriale 44/01
  • L’O.M. 215/91 elezione OO.CC. di istituto

Alcune scadenze temporali che vanno rispettate nello svolgimento delle elezioni previste dall’OM 215/91 sono:

  • Dalle ore 9 del 20° giorno e non oltre le ore 12 del 15° giorno antecedente le votazioni le liste debbono essere presentate personalmente da uno dei firmatari alla segreteria della commissione elettorale
  • Subito dopo le ore 12,00 dello stesso giorno di scadenza per la presentazione delle liste dei candidati, la commissione elettorale cura l’affissione all’albo delle liste dei candidati
  • Dal 18° al 2° giorno antecedente le votazioni possono tenersi le riunioni per la presentazione dei candidati e dei programmi, sono messi a disposizione gli appositi spazi per l’affissione dei programmi ed è consentita la distribuzione, nei locali della scuola, di scritti relativi ai programmi
  • Entro il 10° giorno antecedente le votazioni sono presentate dagli interessati al Dirigente Scolastico le richieste per le riunioni

L’attività ed il funzionamento degli Organi Collegiali, per tutto quanto non previsto dalle norme, è disciplinato dai regolamenti interni delle istituzioni scolastiche.
L’Art. 40 del D.L.vo 297/04 prevede che in mancanza dei regolamenti d’istituto, gli Organi Collegiali operano sulla base di regolamenti tipo predisposti dal Ministero (C.M. 105/75). È importante pertanto che essi siano completi e rispondenti alle esigenze e di questo può e deve farsi carico il Presidente.

Compiti del Presidente
Convoca e presiede il consiglio, garantisce il corretto svolgimento della riunione nel rispetto degli argomenti previsti per la discussione. La Giunta Esecutiva che prepara i lavori del Consiglio di Circolo e di Istituto predispone l’ordine del giorno che può essere integrato dal Presidente del CdI in soddisfacimento di particolari richieste e/o necessità rientranti nell’ambito di competenza del consiglio stesso. Affida le funzioni di segretario del consiglio ad uno dei membri del consiglio. Autentica, con la propria firma, i verbali delle adunanze redatti dal segretario del consiglio e le delibere.
Il suo voto vale doppio in caso di parità nelle votazioni.
Per il mantenimento dell’ordine esercita gli stessi poteri conferiti dalla legge a chi presiede le riunioni consigliari nelle PA essendo chiamato a svolgere un ruolo fondamentale all’interno dell’organismo di governance politico-amministrativo più importante di ogni Ente Scolastico Nel Consiglio è garante della liberà di espressione e di parola di tutti i Consiglieri e pertanto, qualora il comportamento di membri o pubblico non consenta l’ordinato svolgimento dei lavori o la libertà di discussione e di deliberazione, dispone l’espulsione dei disturbatori ed eventualmente la sospensione della seduta o la sua prosecuzione in forma non pubblica. In caso di assenza ne fa le veci il vicepresidente, in mancanza di vicepresidente, presiede la riunione il genitore consigliere più anziano.
Il Presidente del Consiglio di Circolo o di Istituto viene eletto a maggioranza assoluta dei suoi componenti, tra i rappresentanti dei genitori degli alunni.
Qualora non si raggiunga detta maggioranza nella prima votazione, il Presidente è eletto a maggioranza relativa dei votanti, sempre che siano presenti alla seduta almeno la metà più uno dei componenti in carica. A parità di voti è eletto il più anziano di età. L’elezione ha luogo a scrutinio segreto. Sono candidati tutti i genitori membri del consiglio.
È importante che il Presidente possa collegarsi con i rappresentanti per acquisire informazioni ma anche per favorire la partecipazione. La prima assemblea con i genitori viene indetta in occasione della elezione dei rappresentanti nei consigli di classe, interclasse ed intersezione e la data viene stabilita dal Consiglio di Circolo o di Istituto (OM 215/91).
I regolamenti, sarebbe opportuno prevedessero, subito dopo le elezioni dei rappresentanti, la procedura di convocazione di un’assemblea di Istituto per la costituzione del Comitato Genitori, a cui si rimanda la conoscenza delle disposizioni riguardanti le assemblee e i comitati dei genitori.